A partire dal 1° ottobre 2020 le società e le imprese individuali sono obbligate a dotarsi di un “domicilio digitale”.

È necessario comunicare al Registro delle Imprese una casella PEC attiva e riconducibile alla propria azienda.

Questo è quanto stabilito dal Decreto Semplificazioni convertito nella Legge n. 120 dell’11 settembre 2020.

Avere a disposizione un indirizzo di posta elettronica certificata per comunicare con la Pubblica amministrazione, era già un obbligo dal 2008 per le società e dal 2012 per le imprese individuali.

Se la mancata comunicazione prevedeva finora solo una sospensione temporanea per l’invio di pratiche telematiche, ora invece comporta sanzioni pecuniarie tra i 206 euro ed i 2.064 euro per le società e un minimo di 30 euro fino a 1.548 euro per le imprese individuali.

Le aziende e le imprese che non comunicheranno la propria PEC al registro delle imprese, oltre al pagamento della sanzione amministrativa vedranno assegnarsi d’ufficio, dalla Camera di commercio, un Domicilio digitale che sarà fruibile tramite il Cassetto digitale dell’imprenditore per la sola ricezione dei documenti.

Secondo le stime riportate dal Sole24Ore sono 1,7 milioni le imprese iscritte che non hanno una PEC valida.

 

Come comunicare al registro Imprese l’indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC)?

L’operazione è molto semplice, grazia alla procedura semplificata e gratuita “Pratica Semplice – iscrizione PEC” disponibile online all’indirizzo:

ipec-registroimprese.infocamere.it/

Attraverso questo nuovo servizio semplificato è possibile comunicare la propria PEC al registro delle imprese senza pagare oneri, bolli e diritti.

 

Hai bisogno di una casella PEC?

Trust PEC è la soluzione di Posta Elettronica Certificata che permette di gestire in modo semplice e sicuro i tuoi messaggi.

Scegli il tuo Domicilio digitale tra le nostre offerte PEC!

Da oggi è possibile gestire la tua casella anche da smartphone/tablet grazie alla App dedicata TIM PEC.

Scopri Trust PEC